Attentato a Pittsburgh, Papa Francesco: violenza disumana

La sinagoga Tree of Life di Pittsburgh dopo lattentato del 27 ottobre 2018 AP Photo Matt RourkeDopo l’Angelus, il Papa ha espresso vicinanza alla città di Pittsburgh, negli Stati Uniti d’America, e in particolare alla comunità ebraica, colpita ieri da un terribile attentato nella sinagoga.


Un disumano atto di violenza. Così il Pontefice ha definito l’attentato che ieri a scosso Pittsburgh. L'assalitore, che ha sparato anche contro gli agenti, si è poi arreso. Secondo un bilancio fornito da fonti di polizia, i morti sono almeno 11. Queste le parole del Papa:

L'Altissimo accolga i defunti nella sua pace, conforti le loro famiglie e sostenga i feriti. Tutti, in realtà, siamo feriti da questo disumano atto di violenza. Il Signore ci aiuti a spegnere i focolai di odio che si sviluppano nelle nostre società, rafforzando il senso di umanità, il rispetto della vita, i valori morali e civili, e il santo timore di Dio, che è Amore e Padre di tutti.

©  https://www.vaticannews.va/it/papa/news/2018-10/attentat-pittsburgh-appello-papa-francesco-violenza-disumana.html#play

0
0
0