Circoncisione, proposta Islanda. Rabbino Di Segni: “Oggi l’antisemitismo parla la lingua dei diritti civili”

di segni italia"Se Giuseppe e Maria fossero vissuti in Islanda, si sarebbero presi sei anni di detenzione per aver circonciso il figlio". Con questa "battuta" che rivela però una grande preoccupazione il Rav. Riccardo Di Segni commenta al Sir la proposta presentata nel Parlamento islandese (Althing) che vuole vietare la circoncisione dei bambini di sesso maschile in assenza di prescrizione medica. Sulla vicenda si sono schierate contro l'iniziativa islandese anche le Chiese cristiane d'Europa. "Sono pezzi di cultura che si perdono", dice ancora il Rabbino Capo di Roma. "Ed è importante che le Chiese cristiane mantengano la memoria”

leggi tutto

©   https://agensir.it/europa/
2018/03/15/
0
0
0