Il Pontificio Istituto Missioni Estere (PIME) è una comunità di preti e di laici che dedicano la loro vita all'annuncio del Vangelo e alla promozione umana presso altri popoli e culture.  --  Due sono le sue radici storiche. La prima, e più antica, risale al 1850 e all'intuizione di mons. Angelo Ramazzotti, allora
 
(da Poznan) “Siamo tristi perché siamo contenti del lavoro che il governo ha fatto negli ultimi tempi”. Così mons. Andras Veres, vescovo di Győr e presidente della Conferenza episcopale ungherese, sulla decisione presa dal Parlamento europeo – con 448 voti a favore,
 
La testimonianza e l’impegno delle Chiese protestanti nelle società europee sono i principali temi che vengono discussi durante l’ottava assemblea generale della Comunità di chiese protestanti in Europa (Ccpe) che si concluderà martedì 18 a Basilea, in Svizzera.
 
Il cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin, accolto - oggi sabato 15 settembre - dal Presidente della Moldavia Igor Dodon. (Fotografie pubblicate dal sito della Presidenza)
 

La situazione dei cristiani in Medio oriente

C’è uno stile cristiano «di stare in Medio oriente» e bisogna aiutare pastori e fedeli a riscoprirlo e a viverlo. Questo stile è quello che il Papa ha posto come chiave di volta del suo pontificato: Evangelii gaudium.
 
by Giovanni Zavatta  ---  «Il patriarcato di Mosca è costretto a sospendere la commemorazione liturgica orante del patriarca di Costantinopoli e, con profondo rammarico, la concelebrazione con i gerarchi del patriarcato di Costantinopoli, oltre a
 
Tutte le guerre "civili" una volta finite, lasciano scie di odio, di risentimento e di vendetta a prescindere dagli interessi in gioco e dagli attori belligeranti. Il quadro che questo documentario ci mostra però è qualcosa di più terribile e pericoloso.
 
Agli organismi caritativi cattolici presenti in Siria e Iraq: «La comunità internazionale non chiuda gli occhi sulle cause che hanno costretto milioni di persone a lasciare la propria terra»
leggi tutto
 
Il terzo rapporto sulla diffusione del salafismo in Francia dell'Istituto Montaigne parla di una crescita impressionante: da poche migliaia all'inizio degli anni '90, oggi i seguaci sono 50mila con un balzo del 900% (senza dimenticare che si parla solo di adepti dichiarati). Emerge l'indole fondamentalista del musulmano europeo, che ha l'obiettivo di "separarsi dalla società impura" occidentale, e una politica che non sa dare una risposta.
leggi tutto
 
Alle ore 12.15 di questa mattina, nella Sala del Concistoro del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza i partecipanti al VI Incontro di coordinamento degli Organismi caritativi cattolici operanti in
 
Amedeo Lomonaco – Città del Vaticano
 
Alessandro Gisotti - Poznan
 
Ricevendo i partecipanti all’incontro degli organismi caritativi cattolici operanti in Siria e nei Paesi limitrofi, Francesco esorta la comunità internazionale a non chiudere gli occhi sulle cause che hanno costretto milioni di persone a lasciare le loro terre
 
Elvira Ragosta – Città del Vaticano
 
Istituzioni, giornalisti e gli ambasciatori di Tunisia, Marocco, Giordania e Sovrano Ordine di Malta, dialogano oggi alla decima edizione del Festival Giornalisti del Mediterrraneo in corso a Otranto, su cooperazione ed impegno civile 
 
I parenti del sacerdote caldeo massacrato dai fondamentalisti nel 2007 hanno incontrato Francesco al raduno mondiale delle famiglie. Ad accompagnarli p. Rebward Basa, che affida ad AsiaNews il ricordo di p. Ragheed: "Esempio di amore, perdono e riconciliazione". La convivenza fra cristiani e musulmani basata sui diritti, primo fra tutti quello di culto.
leggi tutto
 
Race and religion are included in the national identity card. The religious choices and practices of Muslims are subject to most restrictions. Other religions are not allowed to proselytise. Mixed couples have three choices: convert, leave the country or live together outside marriage.
read more
 
(Carlo Triarico) I cambiamenti climatici, insieme ai conflitti in varie parti della Terra, stanno causando un aumento della fame e della crisi alimentare nel mondo. Queste le drammatiche conclusioni del dettagliato documento Fao “The state of food security and nutrition in the world 2018”, diffuso l’11 settembre, che indica come probabile il fallimento dell’obiettivo Onu “Fame zero entro il 2030”.
 
Pubblicato il rapporto annuale della Fao (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura), redatto insieme con l’Ifad (Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo), l’Unicef (Fondo per l'infanzia dell’Onu), il Pam (Programma alimentare mondiale) e l’Oms (Organizzazione mondiale della sanità).
 
Al via domani la riunione sulla crisi umanitaria in Siria e in Iraq, promossa dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale. Priorità al tema del ritorno volontario di profughi e sfollati nelle loro comunità. Mons. Tejado Munos: urgente dare risposte ma anche curare le ferite della gente
 
Intervista con Joshua Landis realizzata ad Arezzo il 10 aprile 2018 da Martino Diez.
L’intervento americano in Iraq ha avviato un’imponente riorganizzazione degli equilibri mediorientali, innescando
 
Enzo Bianchi, fondatore della comunità monastica di Bose, evidenzia come oggi “quest’operazione difficile e faticosa deve soprattutto estendersi anche alla vita ecclesiale, alle relazioni tra le Chiese e al tempo in cui viviamo”
read more
 
Karachi (Agenzia Fides) – Numerosi cittadini pakistani di religione cristiana hanno servito la nazione con onore e orgoglio nelle forze armate, dando alla nazione il dono della loro vita. Ricordando il loro prezioso contributo, l’Arcidiocesi di Karachi, in collaborazione con
 
Nella cittadina totalmente cristiana ortodossa di Muhardeh si sono svolti i funerali di Elias, 14 anni, Amira, 23 anni, Lena, di 8 anni con sua sorella di 4 anni, Maria di 8 anni con suo fratello Fadi di 6 anni e la sorellina lamya 4 anni, Dima la loro madre di 30 anni: vittime dei missili che i jihadisti
 
Double rainbow in Wrangell-St Elias National Park, Alaska, by Eric Rolph - Catholic institutions from around the world are making new commitments to divest from fossil fuels.
A group of 19 institutions, led by Caritas India and the Irish Catholic Bishops' Conference, announced its divestment today.
read more
 
Syriac Catholic Patriarch Ignace Joseph III Younan, left, leads a procession Sept. 9 during Mass at the restored Our Lady of the Assumption Syriac Catholic Cathedral in Aleppo. During the inauguration and rededication of the cathedral, Patriarch Younan said, "We will always be people of hope and life." (Credit: CNS photo/courtesy Syriac Catholic Patriarchate.)
read more
 
La decisione del patriarcato ecumenico di inviare due esarchi (visitatori) in Ucraina al fine di preparare la concessione dell’autocefalia alle Chiese ortodosse locali, peraltro divise fra obbedienza moscovita e indipendenza nazionale (7 settembre), rappresenta – secondo il commento del metropolita Hilarion, presidente del dipartimento delle relazioni ecclesiastiche del patriarcato di Mosca – una pietra tombale sul dialogo fra le Chiese ortodosse.
 
The research project “Voices of 9/11” is a collection of the stories of the 2,977 people killed in the Twin Tower terror attacks. It includes personal video testimonies of victims’ families, survivors, and responders, preserved in a digital archive. “Voices of 9/11” is not only
 
Il progetto “Voices of 9/11” (“Le voci dell’11 settembre”) ha raccolto migliaia di testimonianze in un archivio digitale online dove accanto alle storie dei 2.977 caduti sotto le Torri, si raccontano le vite dei sopravvissuti e dei soccorritori. “Voices of 9/11” non è solo un
 
I vescovi della Conferenza episcopale della Federazione Russa hanno scritto una lettera a Papa Francesco per esprimere “solidarietà e sostegno al cammino delle riforme” intraprese dal Papa e “gratitudine sincera” per la “Lettera al popolo di Dio” di Francesco del 20 agosto scorso sul