Max Beckmann la notteIstanbul, 7. «La vera pace nel mondo non è semplicemente assenza di guerra, ma, in sostanza, presenza di libertà, giustizia e solidarietà. Nel nostro tempo, questa pace essenziale è collegata al rispetto dei diritti umani», la cui

dichiarazione universale costituisce «uno standard comune per l’avanzamento di tutti i popoli e di tutte le nazioni»: ha citato la dichiarazione finale della Conferenza di Vienna (giugno 1993) il patriarca ecumenico Bartolomeo, intervenuto al ventesimo summit economico eurasiatico, conclusosi ieri a Istanbul. «Certamente — ha spiegato l’arcivescovo di Costantinopoli — i diritti umani non sono la soluzione per tutti i problemi politici e sociali ma uno strumento efficace e collaudato per la tutela della dignità umana. Attualmente, il rispetto dei diritti umani dipende molto dall’atteggiamento che le religioni mondiali hanno nei loro confronti. Sia i movimenti per i diritti sia le religioni proteggono la dignità umana, anche se, relativamente a questo supremo valore, hanno differenti fondamenti teoretici».

Il discorso di Bartolomeo è stato pronunciato all’interno della sessione dedicata al «contributo della religione alla pace per superare il clima di violenza e l’associazione fra migrazione e terrorismo».

©   http://www.osservatoreromano.va/it/news/la-vera-pace     7.4.2017




"L'articolo e le immagini sono state prese dal web al solo scopo di condividere la diffusione del Vangelo su questo sito, senza scopo di lucro. Nel caso di violazione del copyright, vi siamo grati se ci contatterete, ed il materiale sara' subito rimosso o rettificato. Grazie."