Francesco mediatore fra Mosca e Costantinopoli?

francesco kirill internoLa tensione fra le Chiese ortodosse dell’Ucraina è giunta a mettere in questione il rapporto di comunione fra loro. Sia per Mosca, sia per l’Ucraina, sia per Costantinopoli la posta in gioco è altissima.

La domanda di autocefalia delle Chiese scismatiche ortodosse locali minaccia di devastare l’intera geografia ortodossa. Per questo corrono voci (che per forza di cose rimangono a livello di sussurri e nessuno nell’ortodossia per il momento se ne prenderà mai la paternità) che la situazione è così ingarbugliata da ipotizzare un coinvolgimento diretto di papa Francesco. Si vorrebbe che fosse lui a dare un impeto di soluzione. Si tornerebbe ai tempi di prima dello scisma, quando già i patriarcati erano autonomi, ma ricorrevano a Roma per le situazioni di estrema importanza.
leggi tutto

0
0
0