PAKISTAN- Il Presidente del Pakistan: si farà una legge contro le conversioni forzate

legge conversioniIslamabad (Agenzia Fides) - "I cristiani hanno giocato un ruolo importante nella creazione del Pakistan e molti cristiani, indù e sikh hanno deciso di rimanere nel Paese al momento della partizione con l'India. In Pakistan sarà promulgata una legge contro le conversioni religiose forzate e ai bambini nelle scuole verrà insegnato il rispetto e la sacralità di tutte le religioni e di tutti i luoghi di culto": è quanto ha affermato il Presidente del Pakistan, Arif Alvi, in un incontro con i leader religiosi di diverse comunità, tenutosi ieri, 21 dicembre, a Islamabad, in occasione della celebrazione del Natale. Erano presenti, accanto alle autorità civili, leader di Cristianesimo, Islam, Induismo, Sikhismo, Kalash e Baha'i.
Come appreso dall'Agenzia Fides, il Presidente ha asserito che "oggi il mondo ha estremo bisogno di diffondere il messaggio di pace donato da Gesù Cristo e dal Profeta Maometto". E ha ricordato che "Gesù Cristo è stato un grande messaggero di pace", invitando i connazionali a evitare l'oppressione, i conflitti e la violenza e a promuovere pace e armonia sociale.
segue