SIRIA Nunzio a Damasco: Sanità al collasso, ospedali cattolici una 'grazia' aperta a tutti

ospedale cattolico damascoContinua l’escalation di violenze in diverse zone della Siria. Si combatte a Goutha est, Idlib e Hama; colpi di mortaio sulla capitale. Card Zenari: Più vittime per mancanza di cure che per le bombe. Metà dei nosocomi e delle cliniche “fuori servizio”, il 75% del personale è fuggito. La testimonianza degli “Ospedali aperti” che curano cristiani e musulmani poveri”. 

Damasco (AsiaNews) - In queste ultime settimane il conflitto siriano è tornato a intensificarsi “con scontri sanguinosi a Goutha est” [circa 400 vittime secondo alcune fonti] e “lanci di mortai su alcuni quartieri centrali di Damasco”, provocando diverse vittime “anche fra i bambini”. Vi sono poi in atto “aspri scontri a Idlib”, che provocano “ogni giorno morti e feriti”, nella provincia centrale di Hama” e “al nord, nell’area di Afrin” dove è in atto l’offensiva turca. È quanto racconta ad AsiaNews il card. Mario Zenari, nunzio apostolico a Damasco, descrivendo un quadro che rischia di aggravare ancor più una situazione sanitaria nel Paese già critica. “È ormai accertato - sottolinea il porporato - che muoiono più persone per mancanza di cure ospedaliere e medicine, che per scontri o sotto le bombe”.


leggi tutto

©  http://www.asianews.it/notizie-it/Nunzio-a-Damasco:-Sanita-al-collasso,-ospedali-cattolici
09.02.2018
0
0
0